Chi l’ha detto che bisogna viaggiare per tutto il mondo per vedere le opere di Rubens?
Oltre 30 capolavori del maestro fiammingo sono stati riuniti a Palazzo Reale di Milano e saranno visibili fino al 26 febbraio 2017.

Rubens e l’Italia

L’Italia fu fondamentale per Rubens così come Rubens lo fu per l’Italia: l’intento della mostra è proprio quello di documentare questo rapporto di reciprocità tra la cultura italiana e il pittore fiammingo, generando confronti stilistici e tematici con i grandi artisti che lo influenzarono ed altri che ne furono a loro volta ispirati.

mostra rubens

I capolavori in mostra

Le opere attraverso cui si dipana il percorso espositivo milanese hanno compiuto lunghissimi viaggi: frutto di prestiti internazionali, i pezzi in mostra giungono da prestigiose collezioni quali ad esempio il Museo Nazionale del Prado (Seneca Morente), l’Hermitage di San Pietroburgo (Susanna e i vecchioni), la Gemäldegalerie di Berlino (San Gregorio Magno con santa Domitilla, san Mauro e san Papiano) e la collezione del Principe del Liechtenstein (Marte e Rea Silvia).

Non mancano i raffronti con opere provenienti da istituzioni italiane quali la Galleria Nazionale d’Arte Antica di Roma, i Musei Capitolini, la Galleria Borghese, la Galleria degli Uffizi e la Galleria Palatina di Firenze, il Museo di Palazzo Ducale di Mantova, la Galleria di Palazzo Spinola di Genova, il Museo Archeologico di Napoli.

Un’occasione unica per poter ammirare in una sola volta (o anche in più fasi) capolavori dislocati in giro per il mondo, concentrati in un unico percorso espositivo: complessità che è cartina tornasole della poetica e dell’arte del pittore fiammingo.

Ti aspettiamo a Palazzo Reale.

ACQUISTA IL BIGLIETTO