BIOGRAFIA

Nato a Siegen, nell’attuale Germania, il 28 giugno 1577, Pietro Paolo Rubens si trasferì con la famiglia ad Anversa nel 1589, ricevendo un’educazione umanistica e filosofica che volle completare con un viaggio in Italia. Qui soggiornò dal 1600 al 1608, e poté studiare la scultura antica e i maestri del Rinascimento, lasciando importanti capolavori come il trittico per l’altare maggiore di Santa Maria della Vallicella a Roma.

Tornato in patria con un bagaglio di grandi novità artistiche, divenne pittore di corte degli Arciduchi delle Fiandre, intraprendendo parallelamente anche una brillante carriera diplomatica presso i regni di Spagna e d’Inghilterra. Richiesto da molte corti europee e dai maggiori collezionisti del tempo, realizzò grandi capolavori tra cui il famoso ciclo della Vita di Maria de’ Medici per il palazzo del Lussemburgo.

Uomo magnanimo, dedito agli affetti familiari, oltre che grande artista, ebbe anche una ricca bottega con molti allievi tra cui Antoon van Dyck e altri importanti pittori. Rimasto vedovo di Isabella Brant, si risposò con la giovane Hélène Fourment, avendo in tutto sette figli. Morì ad Anversa il 30 maggio 1640: il suo stile magniloquente, denso di energia creativa,  segnò la nascita del nuovo linguaggio barocco.